mercoledì 22 novembre 2017
Home / Calcio / Serie D / Un mese decisivo per il Sulmona

Un mese decisivo per il Sulmona

- 2 novembre 2013

Si apre un mese decisivo per il Sulmona. Oggi l’anticipo (ore 14,30) contro la Jesina al Pallozzi, poi la trasferta di Civitanova, quindi la sfida interna con l’Ancona. Meglio fare un passo alla volta, dunque. Reduce da due vittorie consecutive, la squadra di Antonio Mecomonaco vuole conservare l’imbattibilità interna e consolidare la propria posizione nelle zone alte della classifica del girone F di Serie D. E gli occhi, come capita da un po’ di settimane a questa parte, sono puntati soprattutto su Fabio Ceccarelli, il capocannoniere del campionato (finora otto gol). Obiettivo riscatto per il Giulianova. I ragazzi di Donato Ronci, che stavolta se la vedranno con l’Olympia Agnonese, devono cancellare in fretta il ko di Pesaro. E come per il Sulmona è fondamentale confermarsi sui livelli consueti sul prato del Fadini (tra le mura amiche i giallorossi non hanno mai perso: per loro tre vittorie e un pareggio). I molisani, invece, stanno attraversando un periodo da incubo, come dimostrano le sei sconfitte consecutive. Trasferta impegnativa per il Celano, che sarà di scena sul campo del Termoli terzo in classifica. Mister Luigi Morgante dovrà fare i conti con un problema di formazione non da poco: l’attaccante Roberto Aquaro è stato squalificato per un turno dopo l’espulsione arrivata domenica scorsa nella contestata sconfitta contro il Sulmona. Dopo aver conquistato tre punti nelle ultime quattro partite, l’Amiternina va a Macerata per ricominciare a correre. Da riscattare c’è il pareggio-beffa rimediato la scorsa settimana contro la Recanatese. Non può più permettersi passi falsi la Renato Curi Angolana, ultima in classifica con quattro punti e mai vittoriosa in questo campionato. Confermata la fiducia della società all’allenatore Luciano Miani, a Fano i pescaresi dovranno rinunciare, causa squalifica, a due elementi importanti: il terzino Natalini e il mediano Di Camillo.