venerdì 26 maggio 2017
Home / Calcio / Teramo, ecco Nofri: “Vogliamo essere arrembanti”

Teramo, ecco Nofri: “Vogliamo essere arrembanti”

- 16 settembre 2016

foto-nofri-onofri-campitelliNel pomeriggio di ieri la sala stampa dello stadio “Bonolis” ha ospitato la conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore biancorosso Federico Nofri Onofri.

«Sono molto dispiaciuto per la fine del rapporto con il tecnico Zauli – le parole del Presidente Luciano Campitelli a prescindere dai risultati sinora conseguiti, abbiamo intrapreso questa scelta perché la strada sembrava troppo buia per arrivare ad una soluzione. Si può anche perdere, ma non vedevo più progettualità. Ho deciso di fare in fretta, sabato avremo un avversario duro, in forma, come il Santarcangelo, e noi dobbiamo andare lì con la giusta rabbia e voglia di fare bene. Quest’estate c’era stato il primo abboccamento con Nofri: ha un carattere importante, come me, è determinato e vuole vincere. Mi ha dato la giusta motivazione e sono sicuro che ci darà grandi soddisfazioni, anche perché non sono abituato a stare in quella posizione in classifica».

Così si presenta, invece, il nuovo mister Federico Nofri Onofri: «Vorrei ringraziare la proprietà perché oggi mi viene data una grande opportunità. È la prima volta per me nei professionisti, arrivo in una famiglia gestita splendidamente. Cercherò di ripagare questa fiducia in tutti i modi. Sono una persona focosa, mi piace essere determinato, voglio migliorarmi sempre. Ci sono tante persone valide che non hanno, purtroppo, la possibilità anche solo di presentarsi. Il fatto di avere questa chance mi riempie di gioia. Entro in punta di piedi, non conosco molti giocatori, ma cercherò di trasmettere alla squadra la voglia di proporsi bene, di essere arrembanti. Il pubblico si può conquistare con prestazioni convincenti, al di là dei risultati. Capisco che la tifoseria si senta penalizzata, ma nella vita bisogna aspettare i momenti giusti e ripartire».

Federico Nofri Onofri, in attesa dell’autorizzazione della Lega Pro per potersi sedere in panchina già nel match di Santarcangelo, si è legato al Diavolo fino al 30 giugno 2018 e ha portato con sé il preparatore atletico Roberto Stefanelli.

Nel pomeriggio la conoscenza con la squadra, prologo al primo allenamento allo stadio “Bonolis”.