lunedì 26 giugno 2017
Home / Calcio / Top&Flop Lanciano: ottima la prima di Maragliulo, vittoria in trasferta dopo 14 mesi. Super Di Francesco

Top&Flop Lanciano: ottima la prima di Maragliulo, vittoria in trasferta dopo 14 mesi. Super Di Francesco

- 6 febbraio 2016
Di Francesco, 3 gol e 2 assist in campionato. foto virtuslanciano.it cred: F.Roselli

Di Francesco, 3 gol e 2 assist in campionato. foto virtuslanciano.it cred: F.Roselli

TOP – La prima di Primo è da incorniciare. Maragliulo a 55 anni non poteva chiedere di meglio per la sua prima volta in panchina da capo allenatore in serie B. La Virtus gioca bene, domina per larghi tratti della partita e chiude con una meritata vittoria in trasferta che mancava dal 13 dicembre 2014 (Ternana-Lanciano 0.1). Ovvero 420 giorni e 14 mesi fa. Non può essere solo merito suo questa vittoria, ovviamente: troppo pochi 4 giorni di allenamenti per dire con certezza e serietà quanto e come abbia potuto influire il suo arrivo sulla panchina rossonera dopo l’esonero di D’Aversa. Di sicuro, è riuscito nel suo intento di dare ordine e serenità a una squadra alla disperata ricerca di sé stessa. La non convocazione di Bacinovic, che in settimana ha avuto problemi extra calcistici, è stato un segnale chiaro alla squadra e all’ambiente. Lo schieramento a Vicenza è stato semplice ed efficace: 4 difensori, 4 centrocampisti, 1 trequartista, 1 punta (cambi giusti, al momento giusto). Tema tattico: difendersi con ordine e attaccare, preferibilmente in ripartenza. E infatti proprio in contropiede la Virtus trova i due gol, grazie alla straordinaria prova di Di Francesco (migliore in campo), che prima segna il più bel gol in assoluto della giornata in serie B e poi genera l’azione che porta al raddoppio di Ferrari. Bravo l’attaccante a farsi perdonare l’incredibile errore a mezzo metro dalla porta vuota del primo tempo (assist Vitale) con un secondo tempo di grandissimo livello. Menzione per Cragno, autore di ottime uscite (alcune anche troppo temerarie…) e interventi nel momento di maggior pressione del Vicenza.

FLOP – Da rivedere Rocca, che a centrocampo è parso un pesce fuor d’acqua, schiacciato tra la classe di Vitale e la verve di Di Francesco. Il giovane, oggi all’esordio con la Virtus, ha i piedi buoni e sicuramente farà vedere cose buone nelle prossime gare. Marilungo si sacrifica molto in copertura, ma al Menti non si vedono gli spunti e la brillantezza dell’ultimo mese: da lui la Virtus si aspetta più di una mano per tentare la mission impossible di una salvezza che oggi appare meno lontana, ma comunque difficilissima. Soprattutto in vista della prossima penalizzazione in arrivo e delle voci insistenti di una imminente cessione della società a un non meglio identificato gruppo che farebbe capo a tale Stefano Bisogno, presidente della Vis Montorese, squadra di prima categoria Campania e imprenditore nel settore edile.