giovedì 18 gennaio 2018
Home / Ciclismo / Fotofinish senza…Flash

Fotofinish senza…Flash

- 3 dicembre 2013

Andrea Guardini vuole archiviare un deludente 2013. Nei suoi piani doveva essere la stagione della consacrazione, l’ha chiusa con un solo successo. Dopo le 21 vittorie complessive con il team abruzzese Farnese Fantini nel biennio 2011-12, che gli erano valse il nomignolo di ‘Flash’, lo sprinter italiano non ha confermato in maglia Astana quanto aveva fatto vedere in precedenza. Dotato di uno spunto irresistibile, a soli 22 anni era considerato l’unica vera alternativa a Mark “Cannonball” Cavendish e l’erede della tradizione di velocisti italiani che ha avuto in Cipollini e Petacchi gli ultimi fulgidi esempi. Una sola vittoria in stagione, tanta delusione. «Io però non la considero una stagione negativa», ha detto Flash alla Gazzetta, «piuttosto penso sia stata un’annata nella quale ho imparato molto». Chiaro il riferimento agli allenamenti specifici per imparare a “tenere” in salita il più a lungo possibile. «E’ dalle difficoltà che si apprendono più cose ed è dalle difficoltà che, con il lavoro, bisogna sapere rialzarsi. Non ci si può fermare e piangersi addosso». Una stagione travagliata, insomma, tra problemi fisici e difficoltà di adattamento. Ma nel 2014 sarà tutta un’altra storia. Almeno nelle intenzioni. Prime corse in Australia, poi le gare a Dubai e Qatar per guadagnarsi la presenza alla Tirreno-Adriatico e/o la Parigi-Nizza. Altrimenti tornerà a sudare sulle strade della Malesia, località dove in passato ha spesso tagliato il traguardo a. braccia levate al cielo. Infine, il Giro. L’Astana vorrà ben figurare anche senza Nibali (ma ci sarà il nuovo arrivato Scarponi come probabile capitano), ma un posto per Flash potrebbe esserci. Intanto, come iniezione di fiducia, è arrivato il rinnovo di contratto. Il team kazaco crede in lui. Ed Andrea crede in se stesso?