giovedì 18 gennaio 2018
Home / Motori / Campionato aperto: io ci credo»

Campionato aperto: io ci credo»

- 25 ottobre 2013

Sbagliando si impara. E bisogna dimostrare con i fatti di aver imparato. Passerà anche questo pensiero nella testa del giovane pilota pescarese Andrea Caldarelli, impegnato in Giappone nel campionato Super Gt. Il driver ha già messo nel mirino l’ultimissimo gran premio. Motegi, 3 novembre. Una gara da non fallire. Una gara che rappresenta il tutto per tutto. Obiettivo: provare a ribaltare l’attuale classifica. E magari andare a vincere. Lui ci crede. «Matematicamente il campionato è ancora aperto e quindi noi ci crediamo – dice Caldarelli a SPORTAG Negli ultimi test in quel circuito, lo scorso settembre, siamo andati molto bene e abbiamo trovato delle mescole di gomme che si adattano al nostro set-up. Ci sono tutti i presupposti per vivere un ottimo week end». L’imperativo è non ripetere gli errori dell’ultima gara disputata: «Purtroppo abbiamo perso tanti punti ad Autopolis, a causa di una scelta sbagliata di gomme, pertanto la voglia di rifarsi è ancora più grande. Ce la metteremo tutta», conclude Andrea.