giovedì 23 novembre 2017
Home / Pallavolo / Monteporzio: gli uomini sorridono, le donne no

Monteporzio: gli uomini sorridono, le donne no

- 10 dicembre 2013

Gli Sharks Monteporzio (serie C maschile) tornano a mostrare i denti e battono 3-0 il ViviVillalba al termine di un match praticamente a senso unico, giocato con grande concentrazione e cura dei particolari. Senza l’infortunato La Rosa e con De Stefanis relegato in panchina causa influenza, gli “squali” fanno un sol boccone dell’avversario, capace di tener testa ai monteporziani solo nel terzo parziale. «Abbiamo ritrovato lo spirito di squadra, giocando sempre con la testa – spiega coach Speranza -. Abbiamo tenuto bene in difesa, giocato con fluidità in fase di attacco. Insomma è stata una prestazione confortante, che va però confermata». Per capire se gli Sharks sono completamente “guariti” o solo in fase di “convalescenza” basterà attendere il match di sabato prossimo, che li opporrà alla capolista Tuscia. «Una gara che conta molto – continua l’allenatore – al cospetto di una delle formazioni più accreditate alla vittoria del girone. Sarà anche una sorta di test per misurare il reale valore dei due sestetti in campo, sempre tenendo presente, però, che non siamo ancora al completo». Il ritorno di Peppe La Rosa, infatti, è previsto non prima di gennaio. Ma mettendo in campo la grinta e le capacità mostrate sabato al “Cristiano Urilli”, questi Sharks possono fare ugualmente paura. PRIMA DIVISIONE FEMMINILE, GIR D SESTA GIORNATA MONTEPORZIO – POMEZIA 1-3 (20-25/25-21/16-25/15-25) Le Sharkine incassano il secondo ko consecutivo e si fanno superare 3-1 in casa dal Pomezia. Primi due set partiti con un handicap di 8-2 per le pometine, ma la grande rimonta nel secondo vale il provvisorio 1-1. Nel terzo parziale si lotta su ogni pallone, ma qualche punto sbagliato permette al Pomezia di allungare e aggiudicarsi il punto, senza storia, invece, il quarto e ultimo set. Il coach Marco Aquili, in ogni caso, vede il bicchiere mezzo pieno. «Abbiamo disputato una buona partita contro una squadra ben messa in campo e con un\’ottima fase difensiva – commenta l’allenatore – Dobbiamo ancora migliorare ancora molto, ma già si vedono piccoli progressi. Ci manca ancora la lucidità nei momenti decisivi che hanno le grandi squadre, ma proveremo ad accorciare il gap con le migliori settimana dopo settimana». Nel prossimo turno match proibitivo a Velletri, contro la seconda della classe. «Sulla carta è una partita a dir poco difficile, contro una formazione che ad oggi ha perso punti solo contro il Pomezia – conclude Aquili – ma andremo lì per giocarcela fino alla fine, con l\’intenzione di essere la seconda squadra a “rubare” loro dei punti».