martedì 21 novembre 2017
Home / Pallavolo / Sharks Christmas Day: stecca la maschile

Sharks Christmas Day: stecca la maschile

- 25 dicembre 2013

SERIE C MASCHILE, GIR. A DECIMA GIORNATA – MONTEPORZIO SHARKS –ASD ROMA 12 2-3 (25-17/25-19/22-25/22-25/10-15) Doveva iniziare e finire in festa, lo “Sharks Christmas Day”, invece a steccare è stata proprio la formazione di C maschile. Quella che, almeno sulla carta, aveva davanti a sé l’impegno più agevole. Anche i primi due set avevano confermato i pronostici della vigilia, con il sestetto monteporziano in assoluto controllo del match e la Roma 12 incapace di prendere le dovute contromisure agli attacchi di De Stefanis e Santi. Poi, all’improvviso, è calato il buio. Difficile dire se sia stato un errore di superficialità, di certo gli Sharks hanno accusato un calo vistoso e non sono più riusciti a rialzarsi, complice anche un pizzico di nervosismo, mentre gli avversari hanno alzato il loro livello di gioco, soprattutto in difesa, acquisendo fiducia ed entusiasmo a ogni palla messa a terra. Non c’è stato il dominio evidenziato dagli Sharks nei primi due set, ma conta poco: la Roma 12 ha espugnato il “Cristiano Urilli” al tie break, approfittando del preoccupante black out dei ragazzi di coach Speranza. Due punti persi sanguinosi, per il team castellano, tornato al sesto posto a 8 lunghezze di distanza dalla capolista Talete. Un brutto ko, prima della pausa più lunga del campionato. Che però può essere accolta positivamente, perché ci sarà più tempo per riflettere sui motivi di questo scivolone e dell’andamento forse troppo altalenante degli “squali”. L’appuntamento, in ogni caso, è al prossimo 11 gennaio sul campo del Green Volley, fanalino di coda ancora senza punti in classifica. PRIMA DIVISIONE FEMMINILE, GIR D OTTAVA GIORNATA – MONTEPORZIO SHARKS-CITTA’ DI FRASCATI 3-2 (25-23/25-17/14-25/13-25/15-11) Sharkine da dieci e lode, quelle scese in campo domenica pomeriggio al “Cristiano Urilli” e capaci di piegare al tie break la più quotata Città di Frascati. Alla vigilia coach Aquili confidava nell’impresa e le sue ragazze hanno risposto alla grande, dimostrando di non avere nulla da invidiare a una formazione che, prima dello scontro diretto, aveva ben dieci punti di vantaggio. Monteporziane perfette nei primi due parziali, poi il passaggio a vuoto nel terzo e quarto set, conditi da molti errori e dalla ritrovata vitalità del team ospite. L’inaspettata rinascita, infine, nel quinto e decisivo parziale, quando in molti, forse, si sarebbero aspettati una resa onorevole. Senza considerare, però, il grande orgoglio delle Sharkine, che si sono prese il derby e due punti d’oro, chiudendo il 2013 alla grandissima. Prossimo turno il 12 gennaio a Nettuno, squadra appena superata in classifica. E l’obiettivo è salire ancora più in alto.